HeroinForYourStereo


Put a donk in your brain
luglio 21, 2009, 9:17 pm
Filed under: Nuovi Arrivati, Storie, Video | Tag: , , , ,

Non ho mai avuto grande stima degli inglesi in generale ma ieri un amico è riuscito ad abbassarla ulteriormente, raccontando che: “adesso al nord (dell’Inghilterra ndR) spopola questa elettronica velocissima, a loro piace perchè tutte le canzoni hanno lo stesso rumore donk, donk in sottofondo, e infatti per questo il genere si chiama donk”.
Del genere: “no, non possono essere stupidi fino a questo punto“.
E invece lo sono!

Evidentemente il grime più spinto non matchava più con le nuove paste.
I “capi” al momento sono questi Blackout Crew e hanno un manager che rilascia dichiarazioni tipo: “questi ragazzi sono rivoluzionari come i Beatles, aspettate solo che la gente se ne accorga”.



Forza MCA
luglio 21, 2009, 8:54 pm
Filed under: Heroes, Notizie, Video | Tag: , , , , ,

adamyauch-polaroid

Non è mai piacevole apprendere notizie tipo questa: Adam Yauch, 45 anni di cui 28 da Beastie Boy, ha un tumore alle ghiandole salivari. Pare sia curabile. In ogni caso, per quel che può valere, a lui e ai suoi cari va tutto il mio sostegno e un video per ricordare tempi migliori.



MusicMonday #3
luglio 13, 2009, 2:28 pm
Filed under: MusicMonday | Tag: , , , , , , ,

Shame on me!  It’s been a long time from my last #musicmonday playlist, but i’ve been quite busy during these last 3 weeks, i’m sorry. By the way this time i won’t miss the appointment. I hope you’ll enjoy even if it’s full of sad, sad, sad songs.

MONDAY: Nick Cave – The ship song (Live)

TUESDAY: The National – Slow show

WEDNESDAY – Radiohead – True love waits (Live)

THURSDAY – Stars – Barricade

FRIDAY – Akron/Family – Love is simple

SATURDAY – Lou Reed & John Cale – Open House

SUNDAY: Sonic Youth – Kool Thing



From Black To White
luglio 12, 2009, 6:05 pm
Filed under: Cover, Video | Tag: , , , , , , , , , , ,

Anche se il titolo lo lascia pensare, questo post NON parlerà di Michael Jackson: bensì di alcune delle migliori covers indie/folk di pezzi rap.

1) NWA – Straight Outta Compton
“You’re now about to witness the strenght of street-knowledge” dice Dre all’inizio.
1989: il pezzo che ha fatto esplodere il gangsta-rap a Los Angeles. .
La prima strofa di Ice Cube è una bomba anche dopo 20 anni, così come l’attacco di MC Ren, gli occhiali di Eazy-E e il beat di Dr. Dre.

Nina Gordon Cover
Questa cover non è esattamente indimenticabile, però è divertente ascoltare una voce bianca, perdipiù femminile, che parla di AK 47 e negri da sdraiare.

2) Missy Elliot – Get Ur Freak On
Non è esattamente il rap che amo, però con questo beat del 2000 Timbaland ha settato uno stile che negli anni successivi è stato diggatissimo. Missy Elliot resta una tizia sovrappeso e sempre in tuta monomarca. Un po’ fastidiosa per quanto mi riguarda.

EELS Cover
Questa cover è assolutamente fighissima: Everett anche grazie alla sua voce roca tira fuori insospettabili dote di mc e la resa dei synth originali con gli strumenti è assolutamente perfetta. Purtroppo è un inedito e ho trovato solo il video della versione Live. Consiglio di recuperarsi quella in studio, ne vale la pena.

3) André 3000 – Hey Ya!
Questo pezzo confermò due cose: 1) gli Outkast sono dei geni della sperimentazione e del pop-awareness, 2) il più genio dei due è André 3000. Il pezzo non è esattamente rap, ma non si possono fare troppe distinzioni di genere quando si parla del due di Atlanta.

Obadiah Parker Cover
Questa cover non è esattamente originalissima e ammazza un po’ il tiro dell’originale. Però il tizio ci crede troppo per non citarlo, e poi il ritornello in versione O.C./intimista non è completamente da buttare. Magari il finale shake-it, shake-it l’avrei evitato, ecco.

4) Snoop Dogg – Gin and juice
Assolutamente indispensabile, strettamente early 90’s: una delle hit G-Funk per eccellenza. Snoop rappa mostruosamente bene e la parte in cui è scazzato in pigiama mi fa ridere ogni volta che la vedo. La cosa che forse non tutti non sanno è che esiste anche una “””specie””” di cover di un noto gruppo rap italiano di metà anni ’90. Meglio dimenticare.

The Gourds Cover
Un gruppo che si chiama le zucche, beh parte già bene. Musicalmente poi sono la cosa più redneck che abbia sentito: se dovessi mai scoparmi un consanguineo li vorrei come colonna sonora. La loro resa del ritornello My mind on my money and my money on my mind è geniale.

5) Eazy-E – Boyz-N-The Hood
Un altro classico west-coast di fine anni 80 inizio anni ’90: che dire? Peccato per Eazy. Bel beat.

Dynamite Hack Cover
A quanto pare a L.A. ci sono un sacco di fan del rap che hanno gruppi indie e un sacco di tempo da perdere. Questa cover comunque ha un suo perchè a tratti. A trattini.

6) Beyoncé feat Jay-Z – Crazy In Love
Vorrei tanto dire che questo pezzo non mi piace. Mentirei. Mi piaceva un sacco quando uscì e continua a piacermi, sì anche con tutti quei fiati. Shame on me. Oh-oh-oho-oho-oh.

Snow Patrol Cover
Più che una cover è un rifacimento. Continuo a non capire, esclusa una manciata di tracce, il successo avuto dagli Snow Patrol e questa cover mi conferma nei miei dubbi, sembrano un gruppo di ragazzini che ha passato troppo tempo ascoltando i Placebo. Fintissimi.

LA MIGLIORE

7) Dr. Dre feat Snoop Dogg, Daz e Kurupt – Bitches Ain’t Shit

Dal miglior album di Dre, uno dei dischi rap fondamentali della storia, questo pezzo è uno dei manifesti dello stile di L.A.

Ben Folds Cover
Questa è assolutamente la miglior cover del genere: l’interpretazione di Ben Folds del testo è assolutamente perfetta così come la scelta del piano. Non si può non ridere quando – con lo stesso tono con cui canterebbe una ballata scandisce topoi da egotrip gangsta. La parte in cui rifà la strofa di Snoop con gli effetti G-Funk in sottofondo è quasi commovente.

Ps: come in molti altri casi, il video che ho embeddato è fatto da due giovani fans dato che non esiste un video ufficiale ma ci sono comunque momenti di puro e godibilissimo non-sense come quando sullo sfondo passa la testata di Zidane a Materazzi.



Fugazzuti
giugno 22, 2009, 11:18 pm
Filed under: Heroes | Tag: , , ,

Fugazi_connolly

Non starò qui ad annoiarvi dicendovi di come consideri i Fugazi un gruppo incredibilmente figo, cazzutto all’ennesima potenza, in tutti i sensi: etici ed estetici.
Volevo solo segnalarvi l’intervista a Ian MacKaye, il loro leader (già nei Minor Threat) che si trova su VBS.TV, in cui ovviamente si dicono cose cazzutissime ed estremamente intelligenti per tutto il tempo, quindi guardatela, è anche divertente.

Bonus: un mash-up Fugazi-Talib Kweli (?!?) realizzato da uno che si autocolloca “da qualche parte tra NWA e DC“.

Vodpod videos no longer available.



E-603
giugno 22, 2009, 11:25 am
Filed under: Dischi, Nuovi Arrivati, Remix

e-603
Immaginate questo tizio come il concentrato di cinque anni di sogni bagnati di un hypster a caso: le sue canzoni sono infatti ottenute mashuppando hip-hop, teen-pop, hard-rock, electro, trash anni ’80/’90 e qualunque altro genere di roba scelta alla rinfusa, purchè suoni bene e ti faccia sentire a tuo agio con delle reebok pump replica. Tipo l’acapella di Still D.R.E. sopra un synth dei Duran Duran che lentamente si trasforma in un pezzo di M.I.A. sopra una canzone di Californication di cui non ricordo il titolo al momento, o un mix Modest Mouse/Lupe Fiasco che diventa HeadSprung di LL Cool J su Africa dei Toto.
60% Mal di testa, 20% divertente, 20% togliti quella canotta del cazzo!

Il suo ultimo disco Torn Up lo trovate qui.



Music Monday #2
giugno 22, 2009, 10:25 am
Filed under: MusicMonday

MONDAY: Cass McCombs – Dreams come true girl

TUESDAY: Son Lux – War

WEDNESDAY: Giorgio Moroder – Tears

THURSDAY: Cassettes won’t listen – Freeze and explode

FRIDAY: Suzanne Vega – Solitude standing

SATURDAY: The Whitest boy alive – Golden cage

SUNDAY: Weezer – Island in the sun




Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.